Iter burocratico

La domanda per l'ammissione deve essere redatta secondo quanto richiesto dalla normativa regionale, per la quale l'ufficio relazioni con il pubblico della R.S.A. darà informazioni fornendo opportuni modelli e illustrando l'iter burocratico da espletare per l'ammissione in graduatoria di assoluta competenza dell'ASP di Reggio Calabria.


Documentazione per il ricovero:

1. autorizzazione al ricovero rilasciata dall' Asp;
2. documento personale di riconoscimento munito di fotografia;
3. codice fiscale;
4. tessera sanitaria o altro documento equivalente;
5. documento di esenzione ticket dalla spesa sanitaria (se in possesso);
6. certificato medico da cui risulti che non vi sono malattie infettive;
7. cartelle cliniche dei precedenti ricoveri in strutture sanitarie e ogni documentazione medica disponibile.

Detti documenti devono rimanere presso la R.S.A. per tutta la durata del ricovero, e rimangono comunque sempre a disposizione dell'ospite o del delegato. Inoltre è cura delle famiglie lasciare tutti i recapiti per eventuale reperibilità. I ricoveri verranno concordati con l'Azienda Sanitaria preferibilmente nella mattina dopo le ore 10:30 per consentire a tutti lo svolgimento delle proprie attività; in caso di ricoveri particolari la R.S.A. mette a disposizione una risorsa per una visita domiciliare allo scopo di agevolare l'arrivo e l'inserimento dell' ospite in struttura.


Accettazioni della vita comunitaria

Prima dell'ingresso l'ospite e il familiare (o delegato) è tenuto a prendere visione della struttura e dell'alloggio e ad accettare formalmente le norme di vita comunitaria che la permanenza presso la R.S.A. comporta. Al momento dell'ingresso, all'ospite viene assegnata una camera secondo il criterio della proposta e della scelta fra quelle disponibili. Qualora esigenze della vita comunitaria lo richiedono, può essere disposto dalla direzione il trasferimento in altra camera. L'ospite può personalizzare la camera con oggetti personali (foto o altro) con l' assenso della direzione.


Retta giornaliera

L'ospite (o il delegato) è tenuto al pagamento della retta giornaliera, pari all'importo indicato nel provvedimento di ricovero rilasciato dall'azienda sanitaria. La retta, che verrà aggiornata annualmente con effetto dal 1° gennaio, deve essere pagata anticipatamente entro il giorno 5 di ogni mese, tramite versamento in conto corrente bancario del quale l'Ufficio informazioni della R.S.A. fornirà le coordinate. L'Amministrazione si impegna a rimborsare la parte di retta eventualmente non goduta per ricovero, decesso o dimissioni anticipate alle condizioni seguenti: verrà divisa la retta mensile stabilita per i giorni del mese e il risultato moltiplicato per i giorni di permanenza. Al momento del pagamento sarà rilasciata ricevuta e successivamente verrà fatta recapitare la fattura. La retta comprende vitto, riscaldamento, lavanderia e servizi generali e collettivi.

Ogni altra eventuale prestazione richiesta, non compresa nella retta (ad esempio: medicinali non mutuati, ticket di analisi o visite da specialisti di fiducia, lavanderia per i capi personali, ecc.), dovrà essere pagata a parte. È cura del parente provvedere a tutto ciò che occorre, secondo le indicazioni fomite dall'assistente sociale.